Tempio Tradizione e Futuro, ecco il programma - Radio Internazionale News

News
Vai ai contenuti

Tempio Tradizione e Futuro, ecco il programma

Amministrative 2020 : Tempio Tradizione e Futuro presenta il programma elettorale


Il primo incontro pubblico della lista civica Tempio Tradizione e Futuro si è svolto, come programmato, nel pieno rispetto delle norme  anti-Covid19. I sedici candidati , il capolista Giannetto Addis e l’assessore regionale alla cultura  e Pubblica Istruzione, Andrea Biancareddu hanno preso posto sul palco  e per tutti è arrivato il momento della presentazione al pubblico presente.La presenza dell’Assessore regionale ,a suo tempo sindaco di Tempio, ha sottolineato il forte legame che lo lega non solo alle singole persone in lista e al candidato sindaco, per il lavoro svolto  durante la legislatura, ma anche alla città che rimane un suo costante punto di riferimento nello svolgimento delle attività istituzionali.
L’attesa di tutti è stata soddisfatta da Gianni Addis che con  lucidità e pacatezza ha illustrato i punti salienti del programma elettorale  partendo proprio dalla scelta del nome della lista civica . Dall’orgoglio della propria origine, alla Tradizione vista come trasmissione nel tempo di memorie ed esperienze, al Futuro quale realizzazione di obiettivi da raggiungere con metodologie e idee innovative .
E’ stato un excursus fra i  punti fondanti il programma.
Territorio, Ambiente  e Rigenerazione Urbana di Tempio e delle Frazioni :dal Piano di abbattimento delle barriere architettoniche, al Piano di Classificazione Acustica, al Piano di assetto idrogeologico e, alla Variante integrale del Piano Particolareggiato del centro storico.
Economia, Commercio e Attività Produttive: anche questo capitolo ha visto l’approfondimento di argomenti sentiti in città. Il sostegno alle aziende e le imprese private per le quali il Comune molto può fare in termini di  sburocratizzazione,  e facilitazioni di natura fiscale, laddove possibile.Comprare a Tempio” deve diventare non solo uno slogan ma una bella abitudine. Una valutazione attenta del ruolo della Zir, l’effettivo scambio di sinergie fra enti e istituzioni, fra pubblico e privato, sono solo alcuni dei capitoli previsti dal ricco programma elettorale.  
Un punto  importante è quello riservato al Turismo per il quale è prevista una ulteriore valorizzazione delle feste e dei grandi eventi, dal Carnevale Tempiese agli omaggi a De Andrè , passando per gli spettacoli culturali, musicali e teatrali che ormai caratterizzano le stagioni della città, con  politiche pubbliche innovative per rendere più moderno e accogliente il centro urbano e le sue frazioni e per intercettare le nuove esigenze del mercato turistico sempre più digitale. Nella politica del futuro sarà fondamentale investire in una nuova visione del turismo che oggi non è più solo “viaggio” ma “esperienza” culturale e mentale, per questo, è necessario creare una forte e propizia sinergia con gli operatori del settore e delle associazioni di categoria che li rappresentano, partendo da esperienze concrete.
Riflessioni  anche sul capitolo Sanità e Giustizia : Crediamo che, che dopo una negativa stagione legata alle recenti riforme sanitarie che si sono rivelate un fallimento e che non hanno fatto altro che provocare la progressiva chiusura di alcuni fondamentali servizi delle nostre strutture sanitarie, oggi, seppur la situazione appaia ancora difficile e delicata, grazie alla restituzione della ASL Olbia Tempio, ci sia all’orizzonte un barlume di speranza con la possibilità di riottenere, una maggiore attenzione da parte delle istituzioni in materia sanitaria e un coinvolgimento nelle decisioni amministrative e gestionali che riguardano sia il presidio sanitario che la sanità territoriale . Per la difesa e il potenziamento dei servizi sanitari, sarà necessario, presentare proposte e soprattutto chiedere con forza il pieno ripristino di tutti i servizi, primo fra tutti il PUNTO NASCITA, in modo che il territorio abbia il rispetto che merita, poiché la salute non è un bene negoziabile
Situazione della Giustizia : il mantenimento a Tempio degli Uffici Giudiziari è un obiettivo prioritario e irrinunciabile. Nella convinzione che per promuovere uno sviluppo sociale ed economico ordinato e duraturo, il Tribunale sia un elemento indispensabile al quale Tempio non può rinunciare. Il programma prevede una prosecuzione nell'azione di difesa del presidio giudiziario, iniziata dalle precedenti amministrazioni, e intensificata da quella uscente.
Investire in cultura questa è la mission: dalla  cura di tutti i Musei già presenti in città, alla nascita dell’atteso Museo del Carnevale. Senza perdere di vista i beni archeologici presenti sul territorio a partire dal Nuraghe Majori, fiore all’occhiello della Città, esempio da imitare per l’eccellenza dei servizi che garantiscono la permanenza del monumento nei pacchetti dei principali Tour Operator italiani e stranieri. Tempio è la città della Musica: una vera vocazione che merita sostegno dell'Amministrazione Comunale mediante la dotazione di strumenti e di spazi di studio, che consentano una diffusione capillare della cultura musicale per tutte le fasce di popolazione, oltre che la cura delle attività già avviate e delle strutture già in essere .
Lo sport, i giovani e il loro futuro: un capitolo a parte del programma politico con l’ impegno primario di proseguire e concludere la messa a norma di tutti gli impianti sportivi cittadini, alcuni dei quali saranno resi disponibili e affidati in regime di concessione alle società sportive che ne faranno richiesta.
L’attenzione del pubblico si è concentrata sull’argomento Rinaggju: “intendiamo formulare una proposta che, per la prima volta, si svincola dalla linea della valorizzazione Comunale (diretta o indiretta) dell'intero compendio,che  non deve essere valutata come una rinuncia alla gestione di un bene di così alto valore ambientale, ma, bensì, alla coraggiosa presa di coscienza che l’Ente pubblico non può sostituirsi, né tanto meno entrare in concorrenza con l’imprenditore.La scelta della precedente Amministrazione di rendere parte del compendio di Rinaggju (esattamente quello a monte delle fontane con esclusione di queste ultime che restano pubbliche) un bene disponibile, quindi potenzialmente cedibile a terzi, rappresenta una concreta ipotesi di sfruttamento dell’intera area, con ricadute economiche ed occupazionali notevoli e con la possibilità, di valorizzare definitivamente e portare a nuovo splendore la zona delle fontane”
Argomento centrale anche le Frazioni del comune di Tempio Pausania per le quali ogni azione e iniziativa che verrà assunta in campo urbanistico, ambientale, sociale, culturale e sportivo dovrà prevedere un'estensione .
Capitolo sentito e vissuto proprio dal candidato Sindaco Giannetto Addis, investito del ruolo di Sindaco reggente durante il periodo più doloroso e faticoso della storia dl nostro paese, è quello riservato ai Servizi Sociali per i quali è fondamentale continuare a dare risposte ai molteplici bisogni delle persone e delle famiglie, specie le più fragili, per individuare anche nuove modalità di intervento da inserire nella programmazione sociale futura, un capitolo in continua evoluzione, capace di adeguarsi ai bisogni essenziali della città e delle famiglie .
L’incontro ha visto l’avvicendarsi al microfono dei sedici candidati ( sei donne e nove uomini ) . Ognuno ha saputo esprimere l’orgoglio  e il seno di appartenenza alla comunità, la volontà di crescita , il coraggio di affrontare tematiche difficili in un momento storico faticoso per l’intera umanità.
Per il candidato Sindaco Ginnetto Addis, prende corpo ora una nutrita agenda di incontri, durante i quali poter conoscere dalla voce dei     diretti interessati , le effettive necessità e le proposte ipotizzate.
Voto: 0.0/5
Torna ai contenuti