La Stanza Sonora , utlima data - Radio Internazionale News

News
Vai ai contenuti

La Stanza Sonora , utlima data

Alghero : ultimo appuntamento con La Stanza Sonora


LA Stanza Sonora con i suoi live musicali volge al termine. Due mesi di concerti, da luglio a fine agosto, ogni domenica mattina, quando la città di Alghero si sveglia e si prepara al nuovo giorno.
In filodiffusione, lungo i bastioni e nella piazzetta del molo, le note del maestro Uselli hanno invaso come nuvole melodiche la città vecchia, regalando momenti musicali davvero unici e irripetibili.
Numerosi gli artisti che hanno accompagnato il maestro, creando sinergie oltre la musica. Non solo
strumenti ma arte, pittura e letteratura che si sono fuse con un unico obiettivo: emozionare. Dopo la performance pittorica della scorsa domenica, messa in scena dall’artista Mario Peana che ha realizzato un quadro impressionista sulle note di Uselli, l’ultimo concerto in programma questa domenica 30 agosto riserva una bella sorpresa. L’identità storica della piazza Santa Chiara, dove si affaccia la Stanza Sonora, il luogo fisico nel quale si sono svolti i concerti verrà svelato da Raffale
Sari Bozzolo, insegnante e scrittore affermato, che racconterà la nascita del quartiere ebraico e la sua importanza storica per Alghero. Raffaele Sari Bozzolo, nato e cresciuto in Liguria, da padre algherese e madre ligure, vive ad Alghero sin dagli anni ‘80 e oltre alla cattedra, ha regalato alla città importanti ricerche storiche, oltre ad essere uno stimato poeta su scala nazionale. Sarannoanche le sue poesie ad impreziosire la rassegna: inedite e tratte dalle sue raccolte, accolgono l’invito della musica e diventano parte integrante di un evento artistico- storico- musicale di grande
spessore. Il maestro invece suonerà per il suo pubblico un repertorio classico barocco, semprevicino ai grandi artisti dell’800, che per alcuni versi sono stati gli anticipatori della musica d’ambiente. Dunque brani di Satie, Mozart, Bach come sempre rivisitati per flauto e piano e arricchiti di virtuosismi tecnici oramai consoni dell’estro di Uselli. Quest’ultimo appuntamento oltre a chiudere la rassegna vuole essere un ringraziamento per tutti coloro che hanno seguito il maestro e per gli artisti che insieme a lui hanno contribuito al successo dei concerti. L’appuntamento con la chiusura della Stanza Sonora è fissato per domenica 30 agosto con inizio, come di consueto, alle 8 30.Sonora con i suoi live musicali volge al termine. Due mesi di concerti, da luglio a fine agosto, ogni domenica mattina, quando la città di Alghero si sveglia e si prepara al nuovo giorno. In filodiffusione, lungo i bastioni e nella piazzetta del molo, le note del maestro Uselli hanno invaso come nuvole melodiche la città vecchia, regalando momenti musicali davvero unici e irripetibili. Numerosi gli artisti che hanno accompagnato il maestro, creando sinergie oltre la musica. Non solo
strumenti ma arte, pittura e letteratura che si sono fuse con un unico obiettivo: emozionare. Dopo la performance pittorica della scorsa domenica, messa in scena dall’artista Mario Peana che ha realizzato un quadro impressionista sulle note di Uselli, l’ultimo concerto in programma questa domenica 30 agosto riserva una bella sorpresa. L’identità storica della piazza Santa Chiara, dove si affaccia la Stanza Sonora, il luogo fisico nel quale si sono svolti i concerti verrà svelato da Raffale
Sari Bozzolo, insegnante e scrittore affermato, che racconterà la nascita del quartiere ebraico e la
sua importanza storica per Alghero. Raffaele Sari Bozzolo, nato e cresciuto in Liguria, da padre
algherese e madre ligure, vive ad Alghero sin dagli anni ‘80 e oltre alla cattedra, ha regalato alla
città importanti ricerche storiche, oltre ad essere uno stimato poeta su scala nazionale. Saranno
anche le sue poesie ad impreziosire la rassegna: inedite e tratte dalle sue raccolte, accolgono l’invito
della musica e diventano parte integrante di un evento artistico- storico- musicale di grande
spessore. Il maestro invece suonerà per il suo pubblico un repertorio classico barocco, sempre
vicino ai grandi artisti dell’800, che per alcuni versi sono stati gli anticipatori della musica
d’ambiente. Dunque brani di Satie, Mozart, Bach come sempre rivisitati per flauto e piano e
arricchiti di virtuosismi tecnici oramai consoni dell’estro di Uselli. Quest’ultimo appuntamento oltre
a chiudere la rassegna vuole essere un ringraziamento per tutti coloro che hanno seguito il maestro e
per gli artisti che insieme a lui hanno contribuito al successo dei concerti. L’appuntamento con la
chiusura della Stanza Sonora è fissato per domenica 30 agosto con inizio, come di consueto, alle 8
30.
Voto: 0.0/5
Torna ai contenuti